Tuesday, January 17, 2006

the working class goes to heaven

Scusate, ogni tanto sento il bisogno di ascoltare quello che mi dice il mio compagno Gian Maria, ma potete lasciarmi detto qualcosa anche voi, anche se non avete il megafono.


Vedi anche il post del 6 settembre 2005.

6 Comments: aggiungi un tuo commento

At Wednesday, January 18, 2006, Blogger Stefano said...

in tempi in cui le coop rosse tentano di comprarsi le banche prendendo a braccetto i peggiori personaggi post piduisti palazzinari pervertiti, si può solo dire:

...lulù...hai vinto tu (prima maniera):
produci - consuma - crepa

 
At Thursday, January 19, 2006, Blogger LARRY said...

che meraviglia....
quella faccia metamorfica che si plasma su un'idea e la abbraccia con tutte le forze fino a diventarne parte integrante....
un evento magico che si ripete in ogni pellicola. mi vengono in mente i concetti pirandelliani di vita (il "magma indefinibile") e di forma (ciò che serve alla vita per manifestarsi); sul fatto che vita e forma non coincideranno mai; sul destino degli attori condannati ad una sorta di fatica di Sisifo.
ma qui Pirandello viene smentito... finalmente!

Per Stefano: bravo! ti vedo molto preparato sull'argomento e la cosa non può che farmi piacere... non tutti riconoscerebbero Lulù... non tutti ricorderebbero le sue parole.
se solo certe sere si potesse cambiare il palinsesto televisivo...

 
At Friday, January 20, 2006, Anonymous mr big said...

..un pezzo, un culo, un pezzo un culo...a parte questo geniale accostamento tra produzione e sfera della sessualità de-fraudata,se la memoria non mi inganna la compagna dell'operaio-massa ad un certo punto tra i lazzi di tutti i borghesi presenti, a casa sua tra l'altro,intenti all'ennesimo scrocco,reclamava proletariamente la possibilità di avere e poter indossare anche lei una pelliccia.
se c'è un idea che detesto riguardo il comuniosmo è quella ascetica e di derivazione prettamente cattolica, che lo inquadra come un movimento pauperistico-francescano, quando invece, il comunismo,vuole la liberazione del tempo dell'uomo dalla skiavitù del lavoro e la sua felicità materiale.
fassino tramava per avere una banca?
la politica si fa con i soldi e col fucile.
amorevolmente, mr big.

 
At Saturday, January 21, 2006, Anonymous armando said...

grazie per il link...volevo avvisarti che c'è la seconda parte della storia.....magari te lo dico al megafono!!!!
armando

 
At Wednesday, February 01, 2006, Anonymous La Leccese said...

Johhny c'è posta per te vedi la bicicletta e pedala in fretta

 
At Wednesday, February 01, 2006, Anonymous La Leccese said...

Jhonny c'è posta per te prendi la bicicletta e pedala anche in fretta

 

Post a Comment

<< Home

More blogs about larry's studio.