Monday, July 24, 2006

Risalire il fiume fino al suo Cuore di Tenebra

I n c i p i t
"La Nellie, un'imbarcazione da crociera, girò sull'ancora senza il più lieve fileggiare delle vele, e fu ferma. La marea s'era alzata, il vento quasi cessato e, poiché si scendeva il fiume, non rimaneva che stare alla fonda e attendere il riflusso. Il tratto del Tamigi che sfocia in mare si estendeva dinanzi a noi come l'imboccatura d'una interminabile via d'acqua. Al largo, mare e cielo si saldavano senza una giuntura, e nello spazio luminoso le vele conciate delle chiatte che risalivano sull'onda della marea, sembravano ferme; rossi grappoli di tela dalle punte aguzze e pennoni verniciati che luccicavano. Scendeva la bruma sulle basse sponde che correvano verso il mare svanendo all'orizzonte. Aria caliginosa incombeva su Gravesend e più indietro ancora sembrava addensarsi in un'oscurità funerea, immobile e graveolenta sulla più vasta e più grande città della terra."
(Cuore di Tenebra - Joseph Conrad)

Testo integrale in lingua originale: Heart of Darkness by Teodor Jòsef Konrad Korzeniowski

La biografia di Joseph Conrad su www.zam.it

Fu Lenin a definire il nuovo fenomeno colonialista con il termine imperialismo, inteso come la fase monopolistica del capitalismo accecato dalla bramosia di materie prime e di sbocchi per il proprio capitale eccedente.
I risultato? Modi di vita tradizionali cancellati, culture distrutte e interi popoli soggiogati o sterminati. Il colonialismo lasciò delle economie 'estravertite', che producevano ciò che non consumavano e consumavano ciò che non producevano, restando quindi totalmente dipendenti dal mercato estero ed esponendo i paesi, anche dopo il raggiungimento dell'indipendenza, a nuove forme di colonialismo, stavolta prettamente economiche. Gli europei imposero alle proprie colonie di coltivare ciò di cui loro avevano bisogno. In Ciad si produceva il cotone, in Ruanda il tè, in Senegal gli arachidi. La monocoltura ha messo in ginocchio questi paesi.
Il "patto coloniale" voluto dalle potenze europee rende ancora oggi molti Stati africani schiavi del mercato.
.
Risalire il fiume oggi ovvero

7 Comments: aggiungi un tuo commento

At Tuesday, July 25, 2006, Blogger LARRY said...

Consiglio: quest'estate quando non sapete che fare, leggete. Se leggerete Conrad, il viaggio è compreso nel prezzo di copertina!

 
At Tuesday, July 25, 2006, Blogger Johnny White said...

Ci tengo a dire subito che Conrad oltre ad aver scritto un racconto meraviglioso e crudo, ha ispirato il film, altrettanto meraviglioso, Apocalypse Now....
Infatti nel cinema si usa spesso definire il cuore di tenebra come il lato oscuro dell'essere umano (Marlon Brando e il suo potere folle) verso il quale bisogna procedere per conoscere veramente chi si ha di fronte... è uno dei miei racconti preferiti Larry, e sono felice che se ne parli nel tuo blog...
L'unica cosa che mi stupisce è proprio il fatto che tu abbia scelto di parlarne.... sei per caso in partenza? posso accodarmi?

 
At Wednesday, July 26, 2006, Blogger LARRY said...

Su Apocalipse Now e sulla relazione con il romanzo potete trovare il link ad hoc che ho inserito nel post.
Jhonny, mi stupisco che tu riesca ancora stupirti per qualche cosa... scherzo.
Ho scelto di parlarne perchè ogni tanto lo rileggo - sai com'è l'estate? - anche in inglese (con testo a fronte perchè pieno di termini marinareschi), anche se forse il mio preferito in assoluto è Linea D'Ombra, che merita senz'altro un capitolo a se'.
Poi, una cosa mi fa impazzire: la biografia di Conrad che vale 10 romanzi d'avventura e pure qualche libro di geopolitica dell'età moderna.
La leggo e la rileggo, salgo e scendo da navi mercantili ...a vela o vapore ...chiaramente!!
Chi vuol venire con me verso i mari del Sud è avvisato.
Nell'armadietto dei medicinali di bordo il Travelgum non c'è, c'è solo qualche ultima polverosa fiala di chinino!!

 
At Friday, July 28, 2006, Blogger Stefano said...

"la biografia di Conrad"

accetto il consiglio

 
At Thursday, August 03, 2006, Blogger Antonio Sofia said...

This comment has been removed by a blog administrator.

 
At Thursday, August 03, 2006, Blogger Antonio Sofia said...

nota:
Il rapporto tra Conrad e Apocalipse now fu anche oggetto di un corso all'università di Bari qualche anno fa.. lo tenne il prof. Bronzini. Non so se esistono materiali in merito.

Saluti!

A.
chiedo scusa per l'eliminazione precedente :-) è il caldo!:-)

 
At Friday, August 04, 2006, Anonymous Lord Mountbatten said...

ciao Antonio ma sei pugliese o toscano?

 

Post a Comment

<< Home

More blogs about larry's studio.